Raggi

by Paolo Monaco sj

Home   |   Esercizi spirituali   |   Arte   |   Esperienze   |   Saggi   |   Link

Search  |  Site map  |  E-mail

 

 

 

Esercizi

Testi biblici per gli «Esercizi spirituali»
di s. Ignazio di Loyola

 

 

 

pdficona

 

 

 

 

 

 

ALTRE PAGINE

 

Il discernimento
spirituale
personale
(articolo)

 

Le “Regole
per sentire
nella Chiesa”

 

Il discernimento
spirituale in
comune

 

Il discernimento
spirituale
personale
(lezione)

 

Il discernimento
spirituale.
Teologia,
storia,
pratica
(Ruiz-Jurado)

 

Direttori
degli «Esercizi
spirituali»
di sant’Ignazio
di Loyola

 

Esercizi
spirituali
nella Vita
Ordinaria
(EVO)

 

Titolo e
Presupposto

 

Tre modi
di pregare

 

Meditazione
e contemplazione

 

Come mi
è andata

 

Il movimento
della Parola

 

 

 

 

 

Ingresso nella preghiera

Principio e fondamento

Prima settimana

Seconda settimana

Terza settimana

Quarta settimana

Primo modo di pregare

Secondo modo di pregare

Terzo modo di pregare

 

 

 

INGRESSO NELLA PREGHIERA

 

Dove mi trovo? Cosa cerco?

Gv 1,35-39: “Che cercate?”.

Es 3,1-6: “Togliti i sandali”.

1 Re 19,9-13: “Che fai qui, Elia?”.

Sal 63: “O Dio… di te ha sete l’anima mia”.

Sal 84: Il santo viaggio.

Mc 4,1-9: Il seminatore ed il terreno.

 

Apertura alla preghiera

Mc 4,1-20: Il seme e il terreno.

Lc 11,1-4ss: “Quando pregate, dite”.

Rm 8,26-27ss: Lo Spirito intercede.

Is 55,1-11ss: “O voi tutti assetati, venite all'acqua”.

 

Non temere

Dt 1,29-33: “Il Signore… vi precede”.

Dt 7,7-10: “Si è legato a voi…”.

Dt 8,1-5: “Ti corregge come un figlio”.

 

 

PRINCIPIO E FONDAMENTO

 

L’amore di Dio

Is 43,1-7: “Sei prezioso ai miei occhi”.

Os 11,1-4ss: “Quando Israele era giovinetto, io l’ho amato”.

Is 49,8-26: “Non ti dimenticherò mai”.

Is 54,5-10: “Tuo sposo è il tuo Creatore”.

Sal 131: “Io sono tranquillo e sereno”.

Gv 14,15-28: “Non vi lascerò orfani”.

 

La presenza di Dio

Es 3,1-9: “lo sono il Dio di tuo padre”.

Dn 3,51-90: “Benedetto…Dio dei padri”.

Is 6,1-9: Chiamata di Isaia.

Gb 39,1-30 (-42, 6): Creatore dei viventi.

Sal 40: “Su di mesi è chinato”.

Sal 103: Dio è amore.

Sal 104: La gloria della creazione.

Sal 139: “Tu mi scruti e mi conosci”.

Sal 145: Lode al Signore re.

 

La difesa di Dio

Rm 8,31-39: “Chi ci separerà…?”.

Sal 23: “Il Signore è il mio pastore”.

Sal 91 “Sotto le sue ali…”.

Dt 1,29-32: “Combatterà per voi”.

Dt 32,7-14: “Lo sollevò sulle sue ali”.

Gv 1,1-18: “Venne ad abitare in mezzo a noi”.

Mt 11,25-30: “lo vi ristorerò”.

Sal 63: “Proteggimi!”.

 

La misericordia di Dio

Dt 7,7-10 “Perché il Signore vi ama”.

Ef 1,3-14 “Ricapitolare in Cristo”.

Lc 12,22-32: La provvidenza di Dio.

Mt 6,25-33: La provvidenza di Dio.

Sal 33: Inno alla Provvidenza.

Sal 8 “Quanto è grande il tuo nome”.

Sal 124: Salvati da Dio.

Sal 126: La gioia del ritorno.

Sal 149: Canto trionfale.

 

Dio Creatore/Alleanza

Gn 1-2: I racconti della creazione.

Gn 9: La nuova creazione e l’alleanza.

Gn 12,1-9: Vocazione di Abramo.

Gn 17,1-22: Alleanza e circoncisione.

Gn 22,1-18: Il sacrificio di Isacco.

Dt 30: La circoncisione del cuore.

Gs 24,1-28: L’alleanza di Sichem.

Sal 119: “Beato l’uomo che cammina nella legge del Signore”.

Pr 8,22-31: La sapienza creatrice.

 

Creaturalità

Gb 14,1-22: “L’uomo… breve di giorni…”.

Sal 8: “Chi è l’uomo?”.

Sal 19: Le opere e la Parola di Dio.

Sal 139: “Mi hai fatto come un prodigio”.

Sap 11,21-26: “Nulla disprezzi di quanto hai creato”.

Is 6,1-9: “Un uomo dalle labbra impure”.

ls 35,1-10: Liberazione e ritorno di Israele.

Is 40: Salvezza di Dio e fragilità della creatura.

Is 45,9-13: “lo ho fatto la terra...”.

Is 55: La salvezza di Dio.

Ger 18,1-6: Dio come il vasaio.

Ez 1,3-27: Visione di Ezechiele.

Col 1,15-20: “Egli è prima di tutte le cose...”.

 

Ombre

Gb 3ss

Sal 22: “Perché mi hai abbandonato?”.

Sal 38: “Sono curvo e accasciato…”.

Sal 69: Lamento.

Sal 70: Grido di angoscia.

Sal 77: “Un canto nella notte…”.

Sal 79: Lamento nazionale.

Sal 88: “Grido giorno e notte…”.

Sal 89,39-53: “Fino a quando, Signore?”.

Sal 90,7-17: “Atterriti dal tuo furore…”.

Sal 130: “Dal profondo a te grido…”.

 

Timore reverenziale

Es 3,1-6: “Togliti i calzari”.

Dt 8: “Il tuo cuore non si inorgoglisca”.

Sal 19: “I cieli narrano la gloria di Dio”.

Sal 33: Inno alla Provvidenza.

Sal 40: Lode a Dio per il suo intervento.

Sal 104: Lode per la bellezza del creato.

Dn 3,51-90: Inno dei tre giovani.

 

Dipendenza

Sal 62: Dio unico rifugio.

Gb 1,21: “Nudo uscii dal grembo”.

Gb 38: “Dov’eri quando io fondavo la terra?”.

Dt 7,7-10: “Riconosci che il Signore… è Dio”.

 

Confidenza

Dt 1,29-32: “Non abbiate paura”.

Dt 7,7-10: “Riconoscete… il Dio fedele”.

Dt 8: “Come un figlio… Dio corregge te”.

Sal 23: “Il Signore è il mio pastore”.

Sal 131: “Tranquillo e sereno”.

ls 49,14-16: “Non ti dimenticherò mai”.

Mt 11,25-30: “lo vi ristorerò”.

Lc 10,21-22: Vangelo rivelato ai piccoli.

Lc 11,1-9: “Bussate e vi sarà aperto”.

Lc 12,22-32: “Non affannatevi”.

 

Uso delle creature

Ger 10,1-17: Contro l’idolatria.

Gn 2,15-17: L’albero del bene e del male.

 

Indifferenza/Libertà

Gn 22,1-18: Il sacrificio di Isacco.

1Cr 29: “Signore, tuo è il regno”.

Sap 7,6-30: La vera sapienza.

Sap 9: Preghiera per ricevere la sapienza.

Mt 5,1-12: “Beati i poveri in spirito”.

Mt 6,25-33: “Cercate prima il Regno di Dio”.

Mc 10,17-31: L’uomo ricco.

Eb 11,17-19: La fede di Abramo.

Fil 1,21-26: “Per me vivere è Cristo”.

Fil 3,7-11: “Tutto io reputo una perdita”.

Fil 4,11-13: “Ho imparato ad essere povero”.

1Cor 9,19-23: “Mi sono fatto servo di tutti”.

 

Vicinanza di Dio

Es 3,7-20: “Conosco… le sue sofferenze”

Is 6,1-9: La teofania.

Is 43: “Tu sei prezioso ai miei occhi”.

Is 54,5-10: “Tuo sposo è il tuo creatore”.

Os 11,1-9: “Quando Israele era giovinetto”.

Sal 146: “Egli è fedele per sempre”.

Rm 8,28-39: Dio è con noi.

Ef 1,3-14: “In lui ci ha scelti”.

Ap 21,1-7: “La dimora di Dio con gli uomini”.

 

Magis

Sap 9,1-12: Preghiera per la sapienza.

Mt 13,44-46: Il tesoro e la perla.

Mc 12,41-44: L’obolo della vedova.

Gv 3,25-30: L'ultima testimonianza di Giovanni.

Gv 12,1-11: L’unzione di Betania.

Ef 3,14-21 “rafforzati… nell’uomo interiore”.

 

 

PRIMA SETTIMANA

 

L’essere umano “come esiliato” [47]

Sal 36: “Nel cuore dell’empio…”.

Sal 51: “Contro te, contro te solo…”.

Sal 90: Fragilità dell’uomo.

Is 63, 7-19: “Se tu squarciassi i cieli!”.

Bar 1,15-3,8: “Siamo… esiliati e dispersi”.

Lc 8, 26-39: L’uomo dai sepolcri.

Lc 15, 13-17: L’esilio del figlio prodigo.

Rm 1, 18-32: “Dio li ha abbandonati”.

2Cor 4-5: Riconciliati nell’essere.

 

Il peccato degli angeli

Is 14,3-23: Contro il re di Babil. (Lucifero).

Ez 28,1-19: Contro il re di Tiro.

2Pt 2,1-22: La dissolutezza dei falsi profeti.

Gd 6: Angeli indegni.

Mc 8,31-33: “Lungi da me, Satana!”.

Gv 8,44: “Padre della menzogna.”

1Gv 3,3-9 “Peccatore fin dal principio”.

 

Il peccato di Adamo (o strutturale)

Gn 3,1-13ss

Gn 4,1-16: Il peccato di Caino.

Gn 6: Peccato degli uomini e diluvio.

Gn 11,1-9: La torre di Babele.

Es 32: Il vitello d’oro.

2Pt 2,1-22: “Non risparmiò il mondo antico”.

Rm 5,12-21: Tutti peccatori in Adamo.

Sap 14,12-22: Conseguenze dell’idolatria.

Sir 40, 1-11: La sorte del peccatore.

 

Il peccato di un uomo (o strutturale)

2Sam 11-12: Il peccato di Davide.

2Sam 24,1-17 (1Cr 21, 1-17): Censimento.

1Re 21: Il peccato di Acab e Gezabele.

Ez 16,1-63: Allegoria della storia d’Israele.

Mc 7,14-23: “Dal cuore… escono le intenzioni cattive”.

Lc 18,9-14: Il peccato del fariseo.

Lc 19,41-44: Il peccato di Gerusalemme.

Gc 1,13-18: “La concupiscenza… genera il peccato”.

Ap 3,14-20: “Non sei né caldo né freddo”.

 

Natura del peccato

Is 5,20-21: Chiamare il male bene.

Is 30,8-14: Non voler ascoltare, vedere…

Is 42,18-25: Non voler ascoltare, vedere…

Ger 7,21-28: Non ascoltare.

Ger 18,13-17: Dimenticare Dio.

Ger 32,31-35: Volgere le spalle a Dio.

Ez 28,1-19: Voler essere dio.

Giona: Fuggire.

Rm 8,5-8 “Rivolta contro Dio”.

 

Il mio peccato

Sal 6: “Non punirmi nel tuo sdegno”.

Sal 32: “Beato l’uomo cui è rimessa la colpa”

Sal 36: “Nel cuore dell’empio parla il peccato”.

Sal 38: “Non punirmi nella tua ira”.

Sal 51: “Contro di te ho peccato”.

Sal 90: “Ritornate figli dell’uomo”.

Sal 143: “Nessun vivente davanti a te è giusto”.

Sap 1,1-4: L’insipienza del peccato.

Pr 3,1-12: “Il Signore corregge chi ama”.

Bar 1,15-3,8: Confessione e supplica.

Ez 16,52-63: Umiliazione, vergogna, confusione, memoria e perdono.

Dn 9,3-19: La preghiera di Daniele.

Os 2,14-20: “La condurrò nel deserto”.

Os 11: “L’intimo freme di compassione”.

 

L’inferno e il giudizio

Sap 17: Immagine dell’inferno.

Mt 21,33-46: I vignaioli omicidi.

Mt 22,1-14: La festa di nozze.

Mt 25,1-13: Le dieci ancelle.

Mt 25,14-30: I talenti.

Mt 25,31-46: Il giudizio.

LC 16,19-31: Il ricco e Lazzaro.

Ef 3,14-21: Le dimensioni dell'amore.

Eb 4,12-16: Il giudizio della Parola.

Ap 3,14-22: Né caldo, né freddo.

Ap 14,6-13: “Fuoco… fumo e tormento”.

 

La misericordia e il perdono

Lc 7,36-50: Peccatrice a casa di Simone.

Lc 15,1-7: La pecora ritrovata.

Lc 15,8-10: La donna e la dracma.

Lc 15,11-32: Il Padre misericordioso.

Lc 19,1-10: Zaccheo.

Gv 8,1-11: L’adultera perdonata.

Ef 2,1-10: Dio ricco di misericordia.

Ef 3,14-21: Le dimensioni dell'amore.

 

 

SECONDA SETTIMANA

 

Il re temporale e il re eterno

 

La dialettica

Es 2,11-3,12: La storia di Mosè.

2Sam 7: Progetti di Davide e di Dio.

Mt 4,18-22: “Vi farò pescatori di uomini”.

Lc 5,1-11: “Ti farò pescatore di uomini”.

Lc 8,19-21: I veri parenti di Gesù.

Gv 1,29-39: Il Battista e Gesù.

Gv 4,-42: La samaritana.

Gv 10,1-18: Il buon pastore.

Gv 12,44-50: Seguire la Luce.

Fil 3,7-16: Cristo, il vero “guadagno”.

 

Le condizioni della sequela

Mt 16,24-27: Condizioni per la sequela.

Lc 8,1-3: Donne alla sequela.

Lc 9,23-26: Le condizioni della sequela.

Lc 14,25-35: Sapienza nell'impresa.

1Cor 4,9-13: “Stolti” a causa di Cristo.

Col 1,15-29: Annunciare Cristo con la vita.

 

La proposta (sintesi del Vangelo)

Gv 17,1ss: “Che tutti siano una sola cosa”.

 

Misteri dell’infanzia

 

Incarnazione

Es 3,7-10: “Ho osservato… ascoltato”.

Is 52,7-10: Annuncio della salvezza.

Lc 1,26-38: L’annunciazione.

Lc 1,39-56: La visitazione.

Lc 1,68-79: Benedictus.

Mt 1,18-24: Annunciazione a Giuseppe.

Gv 1,1-5.9-14: “Il Verbo si fece carne”.

Ef 1,3-14: Piano divino di salvezza.

Fil 2,6-11: “Apparso in forma umana”.

Tt 3,4-7: Manifestazione dell’amore di Dio.

Eb 1,1-4: Il Figlio di Dio incarnato.

Eb 10,5-7: “Ecco, io vengo”.

 

Natività

Lc 2,1-20: Nascita e visita dei pastori.

Mt 1,22-25: “Che egli chiamò Gesù”.

 

Infanzia

Lc 2,21: Circoncisione/Nome “Gesù”.

Lc 2,22-39: Presentazione al tempio.

Mt 2,1-12: I magi.

Mt 2,13-23: Fuga in Egitto e ritorno a Nazaret.

Lc 2,39-40.51-52: Vita nascosta a Nazaret.

Lc 2,41-50: Gesù tra i dottori.

 

Le due bandiere

 

Il nemico e Cristo

Mt 4,1-11/Lc 4,1-13: Tentazioni.

Mt 13,24-30: Il grano e la zizzania.

Mc 4,1-20: La parabola del seminatore.

Gv 8,31-51: Dio o il diavolo per padre.

Gal 5,16-25: La carne e lo Spirito.

Ef 6,10-20: L’armatura di Dio.

1Tm 6,3-10: Il falso “dottore” e il denaro.

Gc 3,13-18: Le due sapienze.

1Pt 5,6-11: “Come leone ruggente”.

Ap 12,1-17: La guerra del drago.

 

Cristo e il nemico

Mt 5,1-12: Beatitudini.

Mt 18,1-5: Il più grande nel Regno.

Mc 10,35-45: “Fra voi non è così”.

Lc 6,17-26: “Beati voi… guai a voi”.

Fil 2,1-18: Splendere come Cristo.

Fil 3,1-16: Guadagno e perdita.

1Gv 4,1-6: Vero e falso “spirito”.

 

I tre tipi di uomini

Lc 9,57-62/Mt 8,18-22: Inadatti al Regno.

Mc 10,17-31: L’uomo ricco e i discepoli.

Lc 12,13-21: Chi accumula tesori per sé.

Mt 6,24-33: Chi può servire due padroni?

 

I tre gradi di umiltà

Fil 2,5-11: Gli stessi sentimenti di Cristo.

Atti 5,40-42: Fustigazione degli apostoli.

1Cor 1,20-2,5: La sapienza divina.

1Cor 4,9-13: “Stolti” a causa di Cristo.

2Cor 4,7-12: Tesoro in vasi di creta.

2Cor 6,1-10: Poveri, ma ministri di Dio.

1Pt 4,12-16: Partecipare alle sofferenze di Cristo.

Gc 2: Fede e opere.

 

Misteri della vita “pubblica” (nel libretto)

Mt 3,13-17/Mc 1,9-11/Lc 3,21-22: Il battesimo

Mt 4,1-11/Lc 4,1-13: Tentazioni.

Mt 4,18-22/Mc 1,16-20/Lc 5,1-11/Gv 1, 35-42ss: I primi discepoli.

Mc 3,13-19/Mt 10,1-4/Lc 6,12-16: La “costituzione” dei Dodici.

Gv 2,1-12: Le nozze di Cana.

Gv 2,13-22: Cacciata dei mercanti.

Mt 5,1-48: Discorso della montagna.

Mt 8,23-27: Tempesta sedata.

Mt 14,22-33: Cammina sulle acque.

Mt 10,1-15: Invio degli apostoli.

Lc 7,36-50: La peccatrice perdonata.

Mt 14,13-23: La moltiplicazione dei pani.

Mt 17,1-13/ Mc 9,2-8/Lc 9,28-36: La trasfigurazione.

Lc 19: La predicazione nel tempio.

Gv 11,1-44: Risurrezione di Lazzaro.

Gv 12,1-11/Mt 26,1-13: Unzione di Betania.

Mt 21,1-11/Mc 11,1-11/ Lc 19,28-38/Gv 12,12-16: Ingresso a Gerusalemme.

 

Altri misteri della vita “pubblica” (non nel libretto)

 

Guarigioni

Mc 1,21-28: L’indemoniato.

Mc 1,29-31: La suocera di Simone.

Mc 1,40-45: Il lebbroso.

Mc 2,1-12: Il paralitico.

Mc 3,1-6: La mano inaridita di sabato.

Mc 5,1-20: L’indemoniato geraseno.

Mc 7,24-30: La figlia della siro-fenicia.

Mc 7,31-37: Il sordomuto.

Mc 8,22-26: Il cieco di Betsaida.

Mc 9,14-29: L’epilettico indemoniato.

Mc 10,46-52: Il cieco di Gerico.

Mt 8,5-13: Il servo del centurione.

Mt 12,22-32: L’indemoniato cieco e muto e la bestemmia contro lo Spirito.

Lc 13,10-17: La donna curva di sabato.

Lc 14,1-6: L’idropico di sabato.

Gv 4,46-54: Il figlio del funzionario reale.

Gv 5,1-18: Il paralitico alla piscina.

Gv 9,1 -41: Il cieco nato.

Mc 5,21-43: Risurrezione della figlia di Giairo e guarigione dell'emorroissa.

Lc 7,11-17: Risurrezione del figlio della vedova.

 

Parabole

Mc 4,1-20: Il seminatore.

Mt 13,24-30: Il seme e la zizzania.

Mt 18,21-35: Il servo spietato.

Mt 21,28-32: I due figli.

Mt 25,14-30: I talenti.

Mt 25,31-46: Il giudizio finale.

Lc 10,29-37: Il buon samaritano.

Lc 16,1-8: L’ amministratore infedele.

Lc 16,19-31: Lazzaro e il ricco.

Lc 18,1-8: La vedova importuna.

 

Varie

Mc 1,14-39: La giornata di Gesù.

Mc 6,14-29: Martirio del Battista.

Mc 8,27-33: Professione e rimprovero di Pietro.

Mc 10,13-16: Gesù e i bambini.

Mc 12,41-44: L’obolo della vedova.

Mt 11,2-15: La domanda del Battista.

Mt 12,1-8: Le spighe strappate di sabato.

Mt 17,24-27: La tassa del tempio.

Lc 4,16-30: La visita a Nazaret.

Lc 10,21-22: Vangelo rivelato ai piccoli.

Lc 10,38-42: Marta e Maria.

Gv 3,1-21: Colloquio con Nicodemo.

Gv 4,1-42: La samaritana.

Gv 8,1-11: L’adultera.

 

 

TERZA SETTIMANA

 

Primo giorno: ultima cena ed Orto degli ulivi

Mt 26,17-46

Mc 14,12-42

Lc 22,7-46

Gv 13-17

 

Secondo giorno: il processo giudaico (Anna e Caifa)

Mt 26,47-75

Mc 14,43-72

Lc 22,47-71

Gv 18,1-27

 

Terzo giorno: il processo romano (Pilato ed Erode)

Mt 27,11-25

Mc 15,1-14

Lc 23,1-25

Gv 18,28-40

 

Quarto giorno: flagellazione e corona di spine

Mt 27,26-30

Mc 15,15-19

Gv 19,1-15

 

Quinto giorno: crocifissione e morte

Mt 27,31-56

Mc 15,20-41

Lc 23,26-49

Gv 19,16-37

 

Sesto giorno: sepoltura e attesa di Nostra Signora

Mt 27,57-66

Mc 15,42-47

Lc 23,50-56

Gv 19,38-42

 

Settimo giorno: ripetizioni, la tomba, la solitudine di Nostra Signora e dei discepoli

 

 

QUARTA SETTIMANA

 

Apparizioni del Risorto

A Nostra Signora.

Mt 28,1-10ss: Alle donne.

Mt 28,16-20: Agli undici in Galilea e invio.

Mc 16,1-8: Le donne spaventate.

Mc 16,9-20: Varie apparizioni e invio.

Lc 24,1-8: Annuncio alle donne.

Lc 24,9-12: Annuncio delle donne.

Lc 24,12.34: “A Simone”.

Lc 24,13-35: I discepoli di Emmaus.

Lc 24,36-49: Nel cenacolo e invio.

Gv 20,1-10: Corsa alla tomba vuota.

Gv 20,11-18: A Maria di Magdala.

Gv 20,19-23: Nel cenacolo.

Gv 20,24-29: A Tommaso.

Gv 21,1-14: Sul mare di Tiberiade.

Gv 21,15-19: L'invito a Simon Pietro.

Gv 21,20-25: Pietro e l'altro discepolo.

1Cor 15,5-8: A molti discepoli e a Paolo.

Atti 9,1-9ss; 22,6-11; 26,12-18: A Paolo.

 

Ascensione

Lc 24,50-53: Gesù portato verso il cielo.

Atti 1,6-11: Gesù “elevato”.

Atti 1,12-14: I discepoli al piano superiore”.

 

Pentecoste

Atti 2,1-13ss.

 

Contemplazione per giungere ad amare

 

Primo punto: nei suoi doni il Signore si dona a me

Sal 104: La gloria della creazione.

Sal 136: Litania di ringraziamento.

1Gv 4,7-5,4: “Dio è Amore”.

 

Secondo punto: Dio abita nelle creature e in me

Sal 139: “Mi conosci”.

Atti 17,24-28: “In Lui viviamo”.

Ef 4,10: “Per riempire tutte le cose”.

 

Terzo punto: Dio fatica e opera per me nelle cose

Gv 3,16-17: “Dio ha tanto amato il mondo”.

Sal 136: Litania di ringraziamento.

 

Quarto punto: tutti i beni/doni discendono dall'alto

Ef 1,3-14: Piano divino di salvezza.

 

 

PRIMO MODO DI PREGARE

 

Si riposi un poco lo spirito…

Sal 62(61),2.6; Ct 1,7.13; Mc 6,31; Gdc 19,17; Gv 8,14; Gv 14,4-6

 

Comandamenti

Es 20,1-17

Lv 19

Dt 5-6;

Mt 5-6

Lc 10,27

Gv 13,34

Gv 15,12-13

 

Virtù e vizi

Sap 8,7

Rm 5,1-11

1Cor 13

2Cor 6,3-10

Gal 5,1.13-26

Ef 4,1-3

Fil 4,8

Col 3,12-15

1Tm 6,11

2Pt 1,3-11

 

Facoltà dell’anima

 

Memoria

Lc 2,51

Gv 14,25-26

2Tm 2,8.14

Intelletto

Sap 6,12-20

Mt 15,16-20

1Cor 2,1-16

Volontà

Mt 7,21

Gv 6,38-40

Rm 12,2

Immaginazione

Sap 9,13

At 17,29

Lc 24,36-43

2Cor 3,18

 

Sensi corporali

 

Cinque sensi

Mc 10,51

Mc 4,24

Gv 12,3

Lc 24,41

Mc 1,41

Corpo

Mt 6,25

Gv 2,19-21

1Cor 3,16

Ef 4,25

1Gv 1,1-4

 

 

SECONDO MODO DI PREGARE

 

La preghiera preparatoria si farà conforme alla persona a cui si indirizza la preghiera.

 

La persona, in ginocchio o seduta, secondo che si trovi più disposta e una maggiore devozione l’accompagni, tenendo gli occhi chiusi o fissi in un luogo senza andare con essi vagando, dica Pater; e stia nella considerazione di questa parola tanto tempo quanto trova significati, paragoni, gusti e consolazione in considerazioni pertinenti a tale parola; e allo stesso modo faccia in ogni parola del Pater noster o di qualsiasi altra orazione che in questo modo voglia pregare.

 

Se la persona che contempla il Pater noster trovasse in una sola parola o in due tanta buona materia su cui pensare, e gusto e consolazione, non si curi di passare avanti, anche se finisce l’ora in quello che trova; finita la quale, dirà il resto del Pater noster nel modo consueto.

 

 

TERZO MODO DI PREGARE

 

La preghiera preparatoria sarà come nel secondo modo di pregare.

 

A ogni respiro o alito si deve pregare mentalmente, dicendo una parola del Pater noster o di altra orazione che si recita, in modo che una sola parola si dica tra un respiro e l’altro, e durante questo tempo, si consideri principalmente il significato di tale parola, o la persona che si prega, o la pochezza di se stesso, o la differenza tra tanta altezza e tanta bassezza propria; e con la medesima forma e regola procederà nelle altre parole del Pater noster…

 

 

 

Inizio