Raggi

by Paolo Monaco sj

Home   |   Esercizi spirituali   |   Arte   |   Esperienze   |   Saggi   |   Link   |   News

Search  |  Site map  |  E-mail

 

 

 

Esercizi >
Tre modi

Primo modo di pregare

Secondo, sui vizi capitali [244-245]

 

 

 

 

 

 

 

 

SCHEDE EVO

 

Introduzione

 

Tre modi di
pregare

 

Addizione

 

Primo modo

 

Comandamenti

 

Virtù e vizi

 

Facoltà dell’anima

 

Sensi del corpo

 

Scheda sintetica

 

Secondo modo

 

Terzo modo

 

 

 

Testo Esercizi 2

 

testi biblici 2

 

Riposi… considerando 2

 

Virtù e vizi 3

Umiltà  3- Superbia 3

Generosità -  3Avarizia 3

Pazienza -  4Ira 4

Benevolenza -  4Invidia 4

Purezza -  5Lussuria 5

Temperanza -  5Gola 5

Laboriosità -  5Accidia/Pigrizia 5

 

punti esame 5

Umiltà -  6Superbia 6

Generosità -  6Avarizia 6

Purezza -  7Lussuria 7

Temperanza -  7Gola 7

Pazienza -  8Ira 8

Benevolenza -  9Invidia 9

Laboriosità -  9Accidia/Pigrizia 9

 

 

 

 

TESTO ESERCIZI

 

[244] Secondo, sui vizi capitali

 

[Modo.] Circa i sette vizi capitali dopo la nota complementare si faccia la preghiera preparatoria nella maniera già detta, solo cambiando la materia che qui riguarda i vizi che si devono evitare, e prima era dei comandamenti che si devono osservare; e similmente si osservino l’ordine e regola già detta e il colloquio.

 

[245] Per meglio conoscere le colpe commesse nei vizi capitali, si considerino i loro contrari, e così, per meglio evitarli, si proponga e si procuri, con santi esercizi, di acquistare e conservare le sette virtù ad essi contrarie.

 

 

 

 

testi biblici

 

 

Riposi… considerando

Sal 62 (61),2.6

Ct 1,7.13

Mc 6,31

Gdc 19,17

Gv 8,14

Gv 14,4-6

 

 

Virtù e vizi

Sap 8,7

Rm 5,3-4

1Cor 13

2Cor 6,3-10

Gal 5,1.13-26

Ef 4,1-3

Fil 4,8

Col 3,12-15

1Tm 6,11

2Pt 1,3-11

 

 

 

Umiltà

2Sam 22,28

Gb 22,23

Sal 74 (73),21

Sal 138 (137),6

Pr 22,4

Pr 29,23

Sir 11,1

Sir 13,20

Is 66,2

Mi 6,8

Sof 2,3

Sof 3,12

Zc 9,9

Mt 11,29

Lc 1,48

Fil 2,3-4

Col 2,20-23

1Pt 5,5

 

 

Superbia

Ne 9,16

Est 4,22-23

Est 8,15-24

Gb 35,12

Sal 131 (130),1

Pr 8,13

Pr 11,12

Pr 14,3

Qo 7,8

Sap 5,8

Sir 10,6-18

Is 13,11

Is 25,11

Ger 13,15-17

Ger 49,16

Mc 7,22

2Cor 12,7

1Gc 2,16

 

 

Generosità

Dt 16,10

Est 8,15

Sir 16,15

Sir 17,17

2Cor 8,2

2Cor 9,11-13

 

 

Avarizia

Sal 9-10,24

Sir 14,3-19

Sir 31,24

Ef 5,5

Col 3,5

Eb 13,5

 

 

Pazienza

Pr 16,32

Sir 2,14

Is 7,13

Is 57,11

Dn 12,12

Mt 18,26.29

Rm 2,4

Rm 5,3

2Tes 3,5

1Tm 6,11

Tt 2,2

Gc 1,3-4

Gc 5,10-11

1Pt 2,20

 

Ira

Gen 49,6-7

Dt 19,4-6

Gb 36,13

Sal 37 (36),8

Sal 86 (85),15

Pr 15,1.18

Pr 16,14

Pr 19,18

Pr 27,4

Qo 7,9

Qo 10,4.6

Sir 20,2

Sir 23,16

Sir 27,30

Sir 28,10

Sir 30,24

Sir 31,30

Os 7,4

Rm 5,9

Ef 4,26.31

1Tm 2,8

Gc 1,19-20

 

 

 

Benevolenza

Gen 24,27

Dt 7,9-12

Sal 5,13

1Re 3,6

Ne 9,17

Tb 3,15

Gb 10,12

Pr 10,32

Pr 22,1

Sap 6,16

Dn 3,42

Os 2,21

Gl 2,13

Zc 11,7

At 28,7

2Cor 2,7

Ef 1,9

 

 

Invidia

Gen 37,11

Pr 14,30

Qo 4,4

Qo 9,6

Sap 2,24

Sap 7,13

Sir 14,8

Mt 20,15

Mt 27,18

Mc 7,22

1Cor 3,3

Fil 1,15

Tt 3,3

 

 

Purezza

Es 24,10

Gb 22,30

Sap 7,24

Sir 51,20

2Cor 11,3

1Tm 4,12

1Tm 5,1-2

Tt 2,6-8

 

 

Lussuria

Tb 8,7

Lc 7,25

 

 

Temperanza

Sap 8,7

1Cor 9,25

1Pt 5,8

 

 

Gola

Pr 23,2

Pr 27,7

 

 

Laboriosità

Pr 11,16

 

 

 

 

 

Accidia/Pigrizia

Tb 4,13

Pr 19,15

Pr 31,27

 

 

 

punti esame

 

 

Umiltà

·   Vuole essere grande agli occhi di Dio per dar gloria a Lui e si affida alla sua grazia.

·   Crede all’amore di Dio per lui/lei.

·   Sa di essere nulla davanti a Dio.

·   Ringrazia Dio per tutti i doni ricevuti.

·   Vuole riamare Dio servendolo sempre più e sempre meglio.

·   Riconosce l’amore degli altri per lui/lei.

·   Cerca in ogni cosa la volontà di Dio.

·   Accetta la correione di Dio e degli altri.

·   Dialoga serenamente con l’autorità.

 

 

 

 

Superbia

·   Pieno di sé, pensa di essere “più” degli altri fisicamente, economicamente, culturalmente, spiritualmente.

·   Vuole stare sopra gli altri, si esalta e li disprezza.

·   Confida solo nelle sue forze.

·   Si pone obiettivi irraggiungibili.

·   Ha sempre ragione e vuole sottomettere tutto e tutti alla sua volontà.

·   Dà molta importanza a quello che gli altri pensano di lui/lei.

·   Si stupisce che gli altri non riconoscano la sua grandezza.

·   Pretende la lode dagli altri.

 

 

 

Generosità

·   Sa che i beni materiali e spirituali sono destinati a tutti.

·   Amministra i “suoi” beni come beni che gli sono affidati.

·   Destina una parte dei suoi beni ai poveri e una parte alla comunità/chiesa.

·   Tiene per sé e per la propria famiglia solo il necessario.

·   Presta denaro senza interesse.

 

Avarizia

·   Accumula con affanno beni materiali, soprattutto denaro, culturali, spirituali, religiosi.

·   Dà con tristezza e a malavoglia.

·   Vuole arricchire facilmente a volte utilizzando anche la disonestà.

·   Il denaro è il suo dio che ama con tutto il cuore, la sua mente, le sue forze.

·   Pensa che arricchirsi è un suo diritto e che nessuno può impedire o limitare questa libertà.

·   Crede che Dio vuole gli uomini diversi.

·   Confida nel denaro per “aprire tutte le porte”, fare carriera, aggirare le leggi, vivere nel lusso e nei divertimenti.

·   Fa beneficenza quel tanto che basta a sentirsi a posto di fronte agli altri.

 

 

 

Purezza

·   Vigila sulla sua sensibilità evitando immagini, letture, spettacoli, luoghi, conversazioni, battute, gesti ecc. che in sé e nell’altro/a possano indurre pensieri o impulsi disordinati e ambigui.

·   Educa se stesso/a nel vivere più serenamente possibile la propria corporeità e sessualità alla luce delle scienze umane, della fede e morale cristiana.

·   Si esercita nel rispetto dell’altro/a, imparando a crescere nella consapevolezza di sé insieme all’altro/a.

·   Cura la pulizia e l’igiene del suo corpo.

·   Veste in modo sobrio ed elegante, esprimendo la bellezza del tempio di Dio che è il suo corpo.

·   Con esercizi fisici, sport, passeggiate, ecc., mantiene il suo corpo sano.

 

 

Lussuria

·   Si avvicina alle persone “accarezzandole” in modo tale da attirarle verso il male.

·   Stimola continuamente in sé e negli altri pensieri e immagini che si riferiscono alla sessualità.

·   Ha il culto del suo corpo che cura in modo eccessivo.

·   Il suo dio è il piacere, la gratificazione, il soddisfacimento dei suoi bisogni (fisici, psicologici, affettivi, culturali, spirituali, religiosi).

 

 

Temperanza

·   Domina il proprio appetito, prendendo i pasti nella quantità che più conviene per conservare la salute e le forze.

·   Si sforza di mangiare tutto, superando i capricci infantili.

·   Impara a fare la spesa, cucinare, ecc.

·   Trova maggior gusto nell’incontro con Dio e nel cibarsi della sua sapienza.

·   Rispetta il digiuno e l’astinenza proposti dalla Chiesa.

 

 

Gola

·   Vive solo per mangiare e bere, gustare cibi raffinati, organizzare feste…

·   Rifiuta a priori certi cibi.

 

 

Pazienza

·   Perdona di cuore i maltrattamenti che riceve senza conservare rancore e dimostrando il suo perdono con gesti di pace.

·   Chiede perdono a Dio per colui che lo ha offeso.

·   Accoglie la scusa dell’altro/a senza chiedergli di più di ciò che l’altro/a può offrirgli.

·   Domina l’impulso del momento, evitando grida, insulti, discussioni accese, risse verbali o fisiche.

·   Confessa umilmente i suoi peccati, anche quelli che ripete più volte, confidando nella grazia di Dio e impegnandosi con costanza nel superarli.

·   Cerca di superare e risolvere i conflitti prima in se stesso/a.

 

Ira

·   Conserva rancore, trovando tutti i motivi validi per giustificare il proprio risentimento.

·   Non ama essere contraddetto e subito si altera quando l’altro/a ha un parere diverso.

·   Ritiene inaccettabile chiedere scusa o perdono perché non vuole mostrarsi debole.

·   Elimina chi gli ha fatto del male, ostentando indifferenza e formalità.

·   Non accetta di scendere in profondità dentro di sé per capire le radici del suo comportamento.

·   Usa la violenza per impaurire, opprimere e ridurre l’altro/a in suo potere.

·   Giustifica la violenza come mezzo adeguato per la conquista e la difesa della ricchezza, del successo e dell’onore della propria famiglia, clan, partito, azienda, ecc.

·   Non cerca il perdono di Dio, anzi ritiene che stia dalla sua parte.

 

 

 

Benevolenza

·   Si rallegra e ringrazia Dio dei doni, talenti, virtù, ecc. degli altri come dei propri.

·   Desidera che gli uni e gli altri crescano per rendere gloria a Dio e per la salvezza di tutti.

·   Rispetta la libertà di Dio che tutto ordina al bene più universale.

·   Riconosce nel “di più” e “meglio” dell’altro/a i punti nei quali correggersi, crescere, ecc.

 

 

Invidia

·   Desidera ardentemente avere quello che hanno gli altri e che non può.

·   Mette in luce i limiti, elabora insinuazioni, inventa false accuse, ecc.

 

 

Laboriosità

·   Accetta la fatica e lo sforzo degli impegni quotidiani (fisici, mentali, spirituali, ecc.).

·   Considera ogni cosa di grande valore agli occhi di Dio e necessaria per il bene di tutti.

·   È pronto e dinamico nel fare ciò che ha deciso o deve.

·   Fa le cose con “solennità” e “fino in fondo”, curando i particolari e senza lasciare le cose a metà.

·   Rimane fedele al suo impegno, anche quando non avverte più il forte entusiasmo iniziale.

·   Cerca di vincere la tristezza, la noia, ecc.

·   È puntuale, sa organizzare il proprio tempo e sa staccarsi da quello che fa.

 

Inizio

 

Accidia/Pigrizia

·   Vive nell’ozio, non si assume responsabilità e carica gli altri dei suoi pesi.

·   Pensa di poter scegliere della vita solo le cose che richiedono meno sforzo.

·   Rimanda fino all’ultimo le cose da fare, sperando di poterle evitare.

·   Arriva sempre in ritardo agli appuntamenti.

·   Vive in modo disordinato, lasciandosi portare dagli avvenimenti della propria vita.

·   Evita di rafforzare la propria volontà.

·   Prende la vita come un gioco.

·   Non si stima abbastanza.